Congresso Generale Confederale

Il Congresso Generale Confederale è il massimo Organo di partecipazione democratica generale alla Confederazione, che definisce il “progetto politico-sindacale” e gli indirizzi fondamentali del complessivo Movimento sindacale. Le decisioni relative agli indirizzi politico-sindacali generali sono vincolanti per tutti gli appartenenti alla Confederazione a qualsiasi livello.

In particolare il Congresso Generale Confederale provvede ad eleggere il Segretario Generale Confederale ed approva il “Programma Generale delle politiche sindacali” presentato dallo stesso Segretario.

Inoltre, il Congresso Generale Confederale svolge le seguenti funzioni:

• esercita l’azione generale di supervisione, coordinamento e di collegamento interno, nazionale ed internazionale della Confederazione, promuovendo anche attività di controllo sull’attuazione degli indirizzi politico-sindacali, ai vari livelli dell’organizzazione;

• può approvare proposte di modifica dello Statuto e dei Regolamenti, da inoltrare all’Assemblea Generale Confederale per la relativa discussione;
• esamina ed approva le tesi congressuali deliberate nei congressi territoriali e presentate dai delegati;

• può istituire eventuali “Forum Tematici” o indire manifestazioni o eventi della Confederazione, e può proporre la costituzione di specifici Comitati tecnico-scientifici e/o di studio;
• in via del tutto eccezionale ha facoltà di rettificare, modificare o annullare le decisioni dell’Assemblea Generale Confederale, con votazioni a percentuale qualificata del 70 % dei voti;

• elegge n.100 (cento) membri dell’Assemblea Generale Confederale scelti tra gli “iscritti” partecipanti personalmente all’Assemblea Confederale, abilitati all’elettorato passivo e che non siano già stati nominati componenti dell’Assemblea Confederale in qualità di membri delle Delegazioni delle Federazioni, dei Comparti o della altre Organizzazioni sindacali “Affiliate”.

Sono ammessi a partecipare ai lavori del CONGRESSO GENERALE CONFEDERALE, secondo le rispettive prerogative, i seguenti soggetti:

a) tutti i SOCI “fondatori”, “ordinari”e “affiliati” regolarmente iscritti da almeno 1 anno, ai quali è riconosciuto il pieno diritto all’elettorato attivo e passivo, con diritto di voto personale (n.1 voto per soggetto); , “onorari” e “simpatizzanti”,

b) tutti i SOCI “aggregati”, “onorari”, “simpatizzanti” e “assistiti”, regolarmente iscritti da almeno 1 anno, ai quali è riconosciuto il solo diritto all’elettorato attivo, con diritto di voto personale (n.1 voto per soggetto);

c) le DELEGAZIONI delle FEDERAZIONI (o COMPARTIMENTI) appartenenti alla Confederazione S.I.S.S., eletti dalle rispettive Assemblee o dai rispettivi Congressi, composte da un numero di DELEGATI definito autonomamente da ciascuna Federazione (o Compartimento), tra i quali viene uniformemente ripartita la complessiva “forza voto” spettante alla Federazione (o Compartimento), calcolata sulla base di n.1 voto per ogni “aderente” appartenente alla Federazione (o Compartimento), sottratto il numero di voti corrispondente agli “aderenti” della medesima Federazione (o Compartimento) che abbiano deciso di partecipare personalmente al Congresso Generale Confederale, di cui alle precedenti lettere a) e b); il voto personale di ogni singolo “delegato” viene calcolato nel contingente assegnato allo stesso delegato;

d) le DELEGAZIONI delle Organizzazioni Sindacali AFFILIATE alla Confederazione S.I.S.S., eletti dalle rispettive Assemblee o dai rispettivi Congressi, composte da un numero di DELEGATI definito autonomamente da ciascuna Organizzazione, tra i quali viene uniformemente ripartita la complessiva “forza voto” spettante alla Organizzazione Affiliata, calcolata sulla base di n.1 voto per ogni “aderente” appartenente alla Organizzazione, sottratto il numero di voti corrispondente agli “aderenti” della medesima Organizzazione che abbiano deciso di partecipare personalmente al Congresso Generale Confederale, di cui alle precedenti lettere a) e b); il voto personale di ogni singolo “delegato” viene calcolato nel contingente assegnato allo stesso delegato.

Sono esclusi dall’elettorato passivo i Delegati delle Federazioni, dei Compartimenti o della altre Organizzazioni Sindacali affiliate che siano stati eletti o nominati “DELEGATI per Assemblea Generale Confederale” dalle rispettive organizzazioni di appartenenza.

Il lavori del Congresso Generale Confederale sono presieduti dal Presidente Generale Confederale, che provvede anche alla convocazione dello stesso in via ordinaria ogni tre anni, ed in via straordinaria ogni qualvolta che lo ritenga necessario, o quando l’Assemblea Generale, il Consiglio Generale o il Segretario Generale della Confederazione ne facciano motivata richiesta. Può riunirsi in qualsiasi luogo del territorio italiano, previa deliberazione del Presidente Generale Confederale.

I Soci “fondatori” e “ordinari” hanno facoltà di partecipare ai lavori del Congresso Generale Confederale anche mediante “delega personale” conferita ad altro socio fondatore o ordinario, Ogni Delegato a titolo personale può rappresentare (e quindi raccogliere) un massimo di n.5 (cinque) deleghe di rappresentanza di altri iscritti. La qualità di Delegato a titolo personale è incompatibile (e quindi non può essere esercitata) da qualsiasi iscritto abbia ricoperto cariche o funzioni associative a qualsiasi titolo nell’ultimo biennio, sia a livello centrale, che territoriale.

Il Congresso Confederale delibera, se non diversamente stabilito, qualunque sia il numero degli intervenuti a maggioranza assoluta dei presenti. Il voto è palese, per alzata di mano o mediante apparato di rilevazione elettronica del voto palese. In caso di parità prevale il voto del Presidente Generale Confederale. Si procede a scrutinio segreto solo se almeno un terzo dei presenti lo richiede. Ad ogni riunione il Presidente Generale Confederale nomina un Segretario, il quale redige il verbale della seduta, e gli eventuali scrutatori.

L’avviso della convocazione del Congresso Generale Confederale deve essere dato almeno trenta giorni prima della data prevista mediante la pubblicazione sul sito web ufficiale della Confederazione ed almeno 8 giorni prima mediante avviso recapitato ad ogni singolo iscritto recapitato a mezzo email, ovvero mediante servizio postale con raccomandata a.r. agli iscritti che avranno scelto espressamente tale forma di invio della comunicazione e versato anticipatamente il relativo fondo spese postali stabilito dal Comitato Direttivo della Confederazione. L’Avviso dovrà contenere l’indicazione del luogo, del giorno, dell’ora e degli argomenti all’ordine del giorno. L’avviso sarà pubblicato anche presso le “bacheche” delle eventuali sedi territoriali della Confederazione.